Archivio Toys Vintage Giapponesi


Ban di Lionet - Leone Minore - Recensione

0 0






Rango bronzo
Età 15
Altezza 1.81
Nacita dicembre








 


Ban (Lionet no Ban), nella traduzione del manga Ban di Lionet, è un personaggio secondario In tutta la serie manga compare brevemente in quattro sole scene, tutte scene di gruppo, e parla in una sola vignetta. Nella serie animata la sua rilevanza è ugualmente scarsa.
È un Cavaliere di bronzo, appartenente alla costellazione del Leone Minore. Il suo nome in giapponese significa "barbaro".
Ban è il meno incisivo e forse il più impersonale dei cinque Cavalieri di Bronzo minori: estremamente taciturno e riservato nel manga non proferirà verbo fino addirittura alla sua comparsa al Grande Tempio per difendere Lady Isabel ferita a morte. In quell'occasione tra l'altro, dopo aver urlato il suo colpo, dirà "Finalmente, questa è la prima battuta che dico!", scherzo di Kurumada ai lettori inserito all'interno dell'opera.
Nella serie animata questa battuta non c'è, anche perché lo si vede dire qualche frase già durante la Guerra Galattica, limitandosi alla sua ricomparsa a presentarsi: non pronuncerà invece il suo colpo.
Un fatto peculiare riguardo Ban è costituito dalla sua armatura, a conferma di come in Saint Seiya anche i personaggi minori siano curati in maniera particolare e nascondano vari aspetti di rilevanza culturale. Di color arancione intenso, l'armatura di Ban è quella del Leone Minore, che però non è una costellazione classica della Grecia antica, bensì introdotta soltanto nel XVIII secolo. Non avendo un mito associato, Kurumada ha effettuato un'operazione, comune anche a Sirio, di associazione culturale, rappresentando il cloth non come un semplice piccolo leone bensì come un Koma-Inu, una figura tipica del folklore giapponese Shinto. Questo tipo di leone mitologico orientale è presente anche nella cultura cinese come Shishi o Leone Fo. I tratti pittoreschi dell'animale sono ancor più evidenti quando Ban non indossa l'armatura e questa è composta pronta per l'uso. Questo contrasta con la scelta del luogo di addestramento che è, invece, la Tanzania, una delle parti del mondo con più presenza di leoni.
Tra manga e serie animata la forma della corazza varia sensibilmente: nel primo è molto spartana, mentre diventa più gradevole nella seconda con spalliere a forma di zampa di leone, in modo molto simile a quelle dell'armatura di Sirio, ed anche l'elmo più particolare che sembra quasi una maschera.




V1 Ban




2006















Share
  • Twitter
  • del.icio.us
  • Digg
  • Facebook
  • Technorati
  • Reddit
  • Yahoo Buzz
  • StumbleUpon

No Comments Yet...

Info! Sorry only registered and logged in users can post comments. Please sign in or register.

Our Contact Numbers